Un libro sulla Mafia di Sciara e Francesca Serio, scritto da Orazio Mancuso

Oggi è in promozione “Francesca Serio prima madre-coraggio di Sicilia”, saggio universitario scritto da Orazio Mancuso ed edito da Antipodes.

Il libro – finalista del Concorso letterario internazionale Salvatore Quasimodo e Premio di Merito – ha l’audace intento di narrare l’origine della mafia di Sciara, piccolo paesino della provincia di Palermo, seguendo il punto di vista della prima donna in assoluto del movimento antimafia siciliano. Si tratta di Francesca Serio. La madre del sindacalista Salvatore Carnevale ucciso in un lontano 1955.

160

Acquistabile sul sito della casa editrice http://www.antipodes.it con lo sconto del 10%, promozione entro il 22 Aprile.

Francesca è stata la prima madre-coraggio siciliana che ha abbattuto un grande muro fatto di silenzio e omertà grazie ad una lettera di denuncia indirizzata al Procuratore Generale di Palermo, dove la stessa Francesca pregherà di affidare le indagini sulla morte del figlio a persone competenti ed estranee al clima mafioso di Sciara. Siamo nell’anno 1955, quando grazie all’appoggio del futuro presidente della Repubblica Sandro Pertini, la donna condurrà in tribunale i quattro colpevoli dell’omicidio del figlio Salvatore; campieri della baronessa Notarbartolo, da tutti soprannominata come “la principessa”.

Nonostante il coraggio, Francesca, donna carismatica e giovane ragazza-madre, sarà la vittima di un feroce maschilismo che sarà la causa di una straziante e definitiva solitudine. Ma dopo tanti anni di oblio, Francesca è ancora qui, fra le pagine di questo nuovo libro; pronta a raccontarci la sua lotta contro la mafia e ricordare ciò che è stata. La prima madre-coraggio di Sicilia.

Il primo libro su Francesca Serio, adesso in fase di anteprima promozionale, prenotabile sul sito www.antipodes.it .

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Giorgio ha detto:

    Mi auguro che l’autore si sia documentato bene. Fino ad oggi questo episodio di Sciara è stato considerato come una opportunità, perché non fu un processo penale ma più che altro politico e vorrei anche aggiungere che il processo era per omicidio e non per associazione mafiosa.Buona giornata.

    Mi piace

    1. Orazio Mancuso ha detto:

      Gentile Giorgio,
      Il libro, nonché tesi di laurea, è prevalentemente fondato su una lunga bibliografia che comprende diversi opere (libri) sulla storia della mafia siciliana, uno fra i primi “Le parole sono pietre” di Carlo Levi, citato quasi in tutte le pagine del saggio accademico, documenti degli archivi Rai, “Donne, Mafia e Antimafia” di Anna Puglisi e ti assicuro che non è stato inventato nulla.
      Il mio libro è nato nel tentativo di unire tutti questi documenti e ricordare questa triste storia. Ma sentir dire, ancora oggi nel 2018, che Salvatore Carnevale non sia stato ucciso dalla mafia, è davvero inconcepibile se non altro.
      Una buona giornata a lei.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...